Specialized: Turbo Levo vs Turbo Kenevo

LEVO  vs KENEVO: posizione in sella

Già a prima vista le due bici sono molto differenti.

Innanzi tutto sono diverse le misure e la KENEVO ha dimensioni più importanti al punto che la LEVO in misura L potrebbe sembrare più piccola di una KENEVO misura M e quest’ultima, proprio per questo, potrebbe essere troppo grande per persone abituate ad altre EMTB.

Il consiglio è di scegliere la KENEVO di una misura più piccola della LEVO o comunque di salirci ed effettuare un breve test prima di decidere la taglia.

Muovendole da fermo e facendole oscillare, come per simulare una curva, si nota una sensazione di maggiore leggerezza della LEVO rispetto alla KENEVO (che pesa circa 2 Kg in più), sensazione che è però molto meno evidente quando si pedala.

LEVO vs KENEVO: in salita

E’ dove ci si aspetterebbe un maggiore vantaggio a favore della LEVO, che si rimane sorpresi dalla KENEVO.

Non ci sono differenze significative fra le due bici e la KENEVO, nonostante peso ed ingombro maggiori, si destreggia bene all’aumentare delle difficoltà e degli ostacoli.

La maggiore escursione delle forcelle, una maggiore altezza da terra e la geometria più aggressiva rendono la KENEVO più agile sugli ostacoli più grossi. Tra le due EMTB non si apprezzano differenze significative nel raggiungere il limite di ribaltamento, specialmente su salita diritta.

La LEVO è però più gestibile e si prende una rivincita dove la salita è pedalabile e nei “tornantini”, dove le geometria più chiusa gli consente di girare meglio è consente di aggirare l’ostacolo con un approccio meno esasperato.

Specialized Turbo Levo

LEVO vs KENEVO: tratti in falsopiano

Questo è il terreno in cui prevale decisamente la LEVO, dove il peso minore e le geometrie la rendono veramente fantastica.

A parità di livello di assistenza la LEVO accelera più della KENEVO.

Nelle variazioni di traiettoria la LEVO sembra anticipare il pensiero del pilota, mentre la KENEVO necessita di più attenzione nella guida.

La LEVO ha una velocità di percorrenza di curva superiore.

Specialized Turbo Kenevo

LEVO vs KENEVO: in discesa

In discesa la KENEVO si apprezza all’aumentare di pendenza, velocità ed ostacoli, per cui, se non si affrontano tratti estremi, la LEVO, ad andature ragionevoli, resta più maneggevole, intuitiva e  veloce.

Discesisti esperti e prestanti preferiranno la KENEVO e sapranno sfruttarne tutto il potenziale.

Sui tornantini stretti, con poca pendenza, si comporta meglio la LEVO.

Il reggisella basculante della KENEVO si fa apprezzare ed è sicuramente un aiuto importante in certe situazioni.

Specialized Turbo Kenevo

 

LEVO vs KENEVO: il consumo

In un test effettuato impostando le due bici in modo identico, dando gli stessi parametri di assistenza motore, e dopo una decina di uscite con stesso pilota, stessi percorsi, analoghe velocità, più o meno stesse temperature esterne, stesse gomme e stessa pressione delle stesse, l’impressione del primo giorno è stata confermata: KENEVO consuma di più, e non poco.

Il percorso tipo sul quale sono state testate le EMTB è di circa 35 km con 1.200 m di dislivello, con diverse salite e discese il tutto con tempi di percorrenza di circa 3 ore (con circa 2 ore di salita).

La stima, necessariamente approssimativa, è che tra le due bici ci sia una differenza di consumo tra il 10% ed il 15%, dovuto ai 2 kg di differenza e alla minore reattività della KENEVO.

Mission Control App

LEVO vs KENEVO: le conclusioni

Il dubbio fra LEVO e KENEVO può essere risolto riflettendo sull’itinerario tipo.

Se si prediligono percorsi veramente estremi e si possiede una buona dimestichezza nella guida, la KENEVO è pronta a dare molte soddisfazioni.

Se invece si preferiscono uscite lunghe e variegate la LEVO è sicuramente un mezzo più facile, che consente comunque livelli di difficoltà di tutto rispetto.

Specialized Turbo Levo vs Turbo Kenevo

 

Lascia un commento